11986-NNVPSB-01

AVVIO RICORSI PER IL RICONOSCIMENTO DEL SERVIZIO PRE – RUOLO SVOLTO DAI DOCENTI NELLE SCUOLE PARITARIE – RICOSTRUZIONE DELLA CARRIERA IN OSSEQUIO AI PRINCIPI DI PARITÀ E NON DISCRIMINAZIONE COMUNITARIA

La scuola paritaria da sempre ha assolto un servizio di primo ordine per lo Stato italiano e  la libertà di scelta educativa si inserisce nel principio di sussidiarietà sancito dal trattato di Maastricht che vede la sussidiarietà quale principio cardine dell’Unione Europea. Si definiscono scuole paritarie, a tutti gli effetti degli ordinamenti vigenti in particolare

FORMAZIONE PROFESSIONALE SICILIANA: LE GARANZIE OCCUPAZIONALI PREVISTE DALLA LEGGE E DAL CONTRATTO NON SONO PIU’ UN MIRAGGIO – TUTELE COLLETTIVE PROMOSSE DALLO STUDIO LEGALE FASANO – VITTORIA DELLO STUDIO LEGALE FASANO: IL TRIBUNALE DI MESSINA HA SANCITO IL SEGUENTE PRINCIPIO: I DIPENDENTI NON POTEVANO ESSERE LICENZIATI, MA POSTI IN MOBILITA’. Il posto di lavoro doveva essere salvaguardato dalla Regione!

Con ordinanza resa in data 11 Aprile 2016 il Tribunale Civile di Messina, ha accolto le doglianze proposte dallo studio legale Fasano, abbracciando la tesi difensiva proposta dagli avvocati Angela Maria Fasano e Stefania Fasano, del Foro di Palermo: i dipendenti non potevano essere licenziati, ma posti in mobilità, secondo quanto previsto dalle leggi regionali

Schermata 2016-04-08 alle 18.49.05

Regione siciliana? #precariacisaraitu!

Parte oggi la campagna ‪#‎precariacisaraiTU‬! rivolta contro la mala gestio politico amministrativa che ammette l’uso indecente dei rapporti contrattuali a termine nella pubblica amministrazione della Regione siciliana. Da oggi e’ attivo il numero wathasapp 3348120803 in cui, con un messaggino, vi invitiamo a raccontarci il vostro caso. Risponderemo a tutti.

tfr

DIPENDENTI REGIONE SICILIANA: TRATTENUTA DEL 2,50% PER I DIPENDENTI ASSUNTI DOPO IL 31.12.2000 – DIRITTO ALLA RESTITUZIONE – AVVIO RICORSI COLLETTVI

Il Tribunale di Milano, con la sentenza n. 742 resa in data 11 marzo 2016, ha accolto le ragioni di diritto dei ricorrenti, dichiarando l’illegittimità della trattenuta del 2,50% per i dipendenti assunti dopo il 31.12.2000. IL CASO: La ritenuta del 2,5% sullo stipendio dei dipendenti pubblici in regime di TFR è illegittima perché deve