In seguito alla pubblicazione degli esiti delle prove scritte ed in relazione alle numerose richieste pervenute presso il nostro studio legale abbiamo deciso di avviare un ricorso per tutti i candidati che hanno ottenuto alla prova preselettiva un punteggio di almeno 18/30.

FINALITA’ DEL RICORSO

Il ricorso mira ad ottenere lo svolgimento di prove scritte suppletive. Ci baseremo sui precedenti giurisprudenziali ottenuti presso il Tar Lazio per i passati cicli di TFA sostegno.

AUTORITA’ ADITA

Il ricorso verrà depositato presso il Tar Lazio sede di Roma.

FONDAMENTO LEGALE DEL RICORSO

Il DM n. 92/2019 stabilisce che : “supera il test il doppio dei candidati rispetto al numero previsto dal bando, più tutti coloro che hanno conseguito il risultato dell’ultimo degli ammessi”.

Nella lettera della norma, o meglio nella lex specialis,  non è prevista nessuna soglia di sufficienza, né un punteggio minimo DI GUISA CHE LA SCELTA AMMINISTRATIVA ATTA AD ESCLUDERE DALLE PROVE SCRITTE I CANDIDATI CHE HANNO OTTENUTO UN PUNTEGGIO PARI O SUPERIORE A 18/30 APPARE IRRAZIONALE NONCHE’ RESA IN ECCESSO DI POTERE.

Ma vi è di più. Nel caso che ci occupa si palesa una gravissima disparità di trattamento tra candidati. DA QUI, INVERO, LA VIOLAZIONE DELL’ART. 3 DELLA COSTITITUZIONE.

Infatti è notorio che la soglia minima di accesso ha subito variazioni in diversi Atenei.

Questo ha comportato una valutazione disomogena, nonostante la procedura indetta presenti una matrice nazionale che impone criteri di selezione uguali per TUTTI, senza che possa essere all’uopo applicata alcuna scelta discrezionale in merito.

La selezione quindi è avvenuta con modalità discriminanti. Una soglia non  di ammissione MAI PREVISTA DALLA NORMA REGOLATRICE DELLA PROCEDURA.

CHI PUO’ PARTECIPARE AL RICORSO

Per poter aderire al ricorso è necessario AVER CONSEGUITO un punteggio finale alle prove preselettive pari o superiore a 18/30. Saranno prese in considerazioni anche le singole irregolarità denunziate da ciascun concorrente.

Al fine di poter ottenere l’ordinanza cautelare per essere ammessi alle prove scritte è necessario presentare il ricorso prima che si concretizzino le prove preselettive previste con date differenti per ateneo. Il ricorso presentato dopo l’espletamento della prova permetterà unicamente di accedere alla fase di merito presso il Tar.

 

TERMINE DI ADESIONE

 

Il termine per aderire al presente ricorso è stato fissato per giorno 10 maggio 2019.

Fara’ fede la data di ricezione del plico contenente i documenti e non la data del timbro postale.

Ciò nell’interesse esclusivo del ricorrente poichè al fine di poter ottenere l’ordinanza cautelare per essere IMMEDIATAMENTE ammessi alle prove scritte è necessario presentare il ricorso prima che si ESPLETINO le prove preselettive previste con date differenti per ateneo.

 

COSTO DEL RICORSO

L’azione presenta un costo complessivo pari ad Euro 150,00 per tutta la fase di primo grado. Il costo comprende anche le spese di giudizio e di trasferta. Non saranno imputate altre spese ai ricorrenti.

 

PER ADERIRE CLICCA QUI E SCARICA IL MODELLO DI ADESIONE

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: WHATSAPP: 3348120803 – STUDIOLEGALE.FASANO@VIRGILIO.I

Spread the word. Share this post!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *